ESTERI
Cresce l’import di suini in Cina

Londra (Uk) – Nel terzo trimestre del 2016 le importazioni di carne di maiale della Cina sono aumentate del 160% rispetto allo stesso periodo del 2015. L’Unione europea è il principale esportatore di carni suine fresche e congelate verso la Cina, rappresentando il 68% di tutte le partite suinicole in entrata. Tuttavia, secondo l’Agriculture & horticulture development board del Regno Unito, questa quota è inferiore del 5% rispetto ai primi nove mesi del 2015. Ciò si deve all’ingresso nel mercato da parte del Brasile e alla diminuzione dei prezzi dei maiali negli Stati Uniti e in Canada, dove sono ora inferiori a quelli europei. In particolare, il Canada ha quasi quadruplicato le sue esportazioni verso la Cina, grazie al fatto che il suo patrimonio suinicolo è in gran parte privo di farmaci come la ractopamina, che stimolano la crescita, e che sono messi al bando dal governo del Partito comunista cinese. Nel complesso, dunque, sarà un mercato sempre più difficile per la Ue rispetto al 2016.


ARTICOLI CORRELATI