Kraft Heinz ci ripensa: si tiene Plasmon e investe sul baby food

Latina – Dopo mesi di valutazioni (leggi qui), Kraft Heinz ritratta. “Rilanciamo Plasmon e investiamo nel segmento degli alimenti per l’infanzia”. La comunicazione arriva da Felipe della Negra, general manager della multinazionale per l’Italia. Che spiega a Il Sole 24 Ore: “A volte le cose cambiano velocemente. Ci siamo accorti che il baby food è uno dei mercati più promettenti”. Nel business plan si legge che nei prossimi cinque anni Plasmon punta a decuplicare la quota di export (oggi a meno del 10% della produzione). Il baby food, spiega il manager, sarà al centro degli investimenti in Italia, potendo già contare sullo stabilimento produttivo di Latina (attualmente 350 addetti per i prodotti Plasmon e Heinz for babies), che quattro anni fa è stato oggetto di miglioramenti ed è pronto a raddoppiare la produzione. Senza considerare che il sito occupa solo il 15% dei terreni di proprietà, su cui è dunque possibile espandersi notevolmente. L’azienda punta sul brand Plasmon: “Entro il 2020 il 90% degli ingredienti sarà di provenienza italiana e presto un bollino garantirà la filiera made in Italy, grazie a un protocollo firmato col Mipaaf”. Per crescere nel nostro paese, dove cala la natalità, la strategia prevede l’upaging: proposta di prodotti adatti ai più grandi, quali frullati e snack.


ARTICOLI CORRELATI