La Turchia potrebbe soddisfare la domanda europea di ortofrutta bio

Roma – La Turchia potrebbe soddisfare la richiesta di ortofrutta biologica da parte dei Paesi europei. Lo ha spiegato il professor Mesut Eren, dell’università di Marmara, che, durante un corso di formazione organizzato al Palandoken Ski Center, ha sottolineato che la Turchia ha “aree di coltivazione molto ampie, prive di pesticidi e non esposte a danni ambientali, e quindi adatte all’agricoltura biologica”. E ha poi aggiunto: “Vorremmo trarne vantaggio. I prodotti bio sono leggermente costosi, tuttavia abbiamo iniziato ad acquistarli. Il futuro è in questo settore”. Ciò potrebbe avvenire solo una volta migliorati i negoziati con l’Unione doganale, che verranno presto avviati. L’obiettivo turco è di estendere l’Unione doganale con l’Ue anche all’esportazione di prodotto agricoli, da cui il Paese trarrebbe benefici sul fronte dell’export.


ARTICOLI CORRELATI