Maxi operazione contro la ‘ndragheta a Roma: tra i beni sequestrati, anche sette supermercati Carrefour

Roma – Una maxi operazione della divisione anticrimine della questura di Roma ha colpito ieri il patrimonio della ‘ndragheta nella Capitale. Tra i beni coinvolti, per un valore superiore a 120 milioni di euro, oltre 170 immobili, 40 aziende, tra cui sette supermercati, e quattro allevamenti di bestiame. Il blitz della Polizia si è rivolto contro esponenti di spicco della criminalità organizzata calabrese, spiega il quotidiano Repubblica, nella sua versione online. E ha portato anche al sequestro di un contratto di rete di imprese, costituito tra 50 realtà, che ad avviso degli inquirenti rappresentava “uno strumento idoneo e perfettamente funzionale alla realizzazione degli scopi illeciti”. Tra i settori su cui si erano allungate le mani degli arrestati, si segnalano in particolare bar e gastronomie, attività di panificazione, allevamenti di bovini e caprini, ma soprattutto l’ambito della Gdo, attraverso una serie di punti vendita della catena Carrefour a Roma e dintorni. L’insegna francese ha immediatamente precisato la sua totale estraneità nella vicenda. “I supermercati oggetto di sequestro sono infatti gestiti da un imprenditore locale terzo, autonomo e indipendente rispetto a Carrefour Italia che rimane a disposizione delle autorità”, specifica in una nota il retailer.


ARTICOLI CORRELATI