Mozzarella di bufala in Spagna, interviene la repressione frodi. Centinaio: “Difendiamo le nostre produzioni”

Roma – In merito alla vicenda della vendita, a Barcellona e nei negozi alimentari catalani, del prodotto locale “Bufala de L’Emporda”, l’Ispettorato centrale repressione frodi (Icqrf) del Mipaaft si è immediatamente attivato sulla piattaforma Europea Food Fraud Network. Con l’obiettivo di allertare le autorità spagnole circa la frode, poiché la mozzarella in questione sarebbe prodotta in gran parte con latte vaccino e non interamente con latte di bufala. È stato quindi chiesto alle autorità spagnole di intervenire prontamente a tutela dei consumatori iberici e anche del buon nome del prodotto mozzarella di bufala. “Il nostro sistema di controlli è riconosciuto tra i migliori al mondo e, ancora una volta, lo abbiamo dimostrato – commenta il ministro delle Politiche agricole, Gian Marco Centinaio (in foto)– Per questo ringrazio gli ispettori dell’Icqrf che difendono ogni giorno il buon nome delle nostre produzioni con verifiche capillari anche sul web”.


ARTICOLI CORRELATI