Nasce il presidio Slow Food del pecorino di Carmasciano

Avellino – Il pecorino di Carmasciano, formaggio prodotto in Irpinia, nella Valle d’Ansanto, diventa presidio Slow Food. Viene così tutelato il prodotto che oggi è realizzato da sole sei aziende. Questo formaggio si caratterizza per due peculiarità. Innanzitutto, per le esalazioni di zolfo del territorio in cui viene prodotto che, entrando nel circolo della crescita delle erbe spontanee e quindi dei foraggi di cui si nutrono le pecore, si riscontrano anche nel latte e dunque nel formaggio. La seconda ragione riguarda invece le pecore, di cui viene utilizzato il latte: sono di due razze differenti, chiamate laticauda e bagnolese, entrambe tipiche dell’Irpinia. 


ARTICOLI CORRELATI