Sospeso l’ammasso privato delle carni suine

Bruxelles (Belgio) – Stop alle domande di aiuto per l’ammasso privato di carni suine. La Commissione Ue ha sospeso la presentazione delle richieste, per il periodo che va dal 27 gennaio al 2 febbraio, cioè la data già prevista per la chiusura del piano di aiuti. Sono, inoltre, respinte le domande inviate a partire dallo scorso 21 gennaio, che erano in attesa di riscontro proprio nel periodo indicato per la sospensione. La decisione della Commissione Ue è stata presa alla luce dell’analisi del mercato e del rischio che venisse presentato un numero eccessivo di domande. Al 26 gennaio scorso, le richieste di aiuto hanno riguardato oltre 90mila tonnellate di carni suine. Germania e Spagna sono i paesi che hanno usufruito maggiormente dei contributi, rispettivamente per il 29 e il 21,4%. L’Italia ha presentato domande per circa 5.700 tonnellate, pari al 6,4%.


ARTICOLI CORRELATI