Centinaio: origine ed etichettatura in cima alle priorità del ministero

Roma – Un rinnovato impegno per portare avanti, in sede europea, la battaglia sull’origine degli alimenti in etichetta e la proposta di creare un sistema di etichettatura che ricorda quello inglese del semaforo, ma basato sul delle icone-batteria in stile smartphone. Ad annunciarlo il neoministro alle Politiche agricole alimentari e forestali, Gian Marco Centinaio, nel corso dell’audizione che si è svolta ieri a Roma e in cui ha presentato le linee programmatiche del suo dicastero. “Come scritto nel Programma di governo, è prioritario, a tutela del made in Italy, adottare un sistema di etichettatura corretto e trasparente che garantisca una migliore tutela dei consumatori. Il regolamento europeo n. 775 del 2018, approvato con il precedente Governo, non ci aiuta”, commenta Centinaio. “L’indicazione dell’origine della materia prima in etichetta, anche quando quella materia prima è un ‘ingrediente primario’, è relegata alla mera provenienza Ue. Troppo poco per rassicurare il consumatore e garantire efficienti controlli. Per questo faremo ogni sforzo, anche a livello nazionale, per correggere questa impostazione”.


ARTICOLI CORRELATI