Confagricoltura: “Stop alle fake news su allevamenti. È ora di rivendicare il settore”

2022-03-23T09:35:50+02:0023 Marzo 2022 - 09:35|Categorie: Carni|Tag: , , |

Cremona – “Per il settore dell’allevamento intensivo è venuto il momento di rivendicare con orgoglio gli impegni e gli investimenti assunti in questi anni per rendere il comparto sostenibile dal punto vista ambientale. Le fake news e la narrazione che da esse si è sviluppata rischiano di mettere in crisi un’intera economia che ha fatto della responsabilità ambientale un pilastro della sua azione”. L’appello a riportare il dibattito nell’alveo della serietà e del rigore scientifico arriva da Confagricoltura Lombardia. Che, nei giorni scorsi, ha organizzato una tavola rotonda dal titolo ‘Allevamenti intensivi e sostenibilità’ presso l’università Cattolica Campus Santa Monica di Cremona. Presieduta da Riccardo Crotti, presidente di Confagricoltura Lombardia, ha visto la partecipazione del presidente nazionale di Confagricoltura Massimiliano Giansanti e dell’assessore regionale all’agricoltura Fabio Rolfi. “In un momento di emergenza per tutta la zootecnia”, ha sottolineato Rolfi, “è fondamentale organizzare incontri pubblici volti a contrastare fake news e sgomberare il campo da qualsiasi ideologia. Abbiamo gli allevamenti più controllati d’Europa, quelli con il minor numero di antibiotici utilizzati e quelli in cui si produce il cibo più sicuro al mondo, partendo dalle grandi Dop. I problemi di stretta attualità legati a peste suina e aviaria ci hanno insegnato che i pericoli arrivano soprattutto dall’esterno. Il sistema veterinario monitora in modo stringente gli allevamenti e garantisce sicurezza sanitaria. Se vogliamo promuovere in maniera sempre più efficace la sostenibilità ambientale e il benessere animale, la strada maestra è quella dell’innovazione tecnologica e degli incentivi, non dei divieti e dell’ideologia”.

Torna in cima