Drogheria alimentare: le offerte sui flyer dei discount sono realmente a basso costo? L’analisi di QBerg

2022-12-02T09:29:11+01:002 Dicembre 2022 - 09:29|Categorie: Dolci&Salati, Grocery, in evidenza|Tag: , , , |

Milano – L’inflazione e il conseguente aumento dei prezzi spingono sempre più italiani, in cerca di convenienza, a rivolgersi ai discount. QBerg, istituto di ricerca italiano specializzato in servizi di price intelligence e di analisi delle strategie assortimentali cross canale, ha così analizzato l’andamento del prezzo medio della macrocategoria ‘drogheria alimentare’ sui volantini promozionali dei discount. Paragonandole con quelle di ipermarket, supermarket, superette (Iss) per verificare se sono realmente a basso costo.

L’analisi si concentra sulle promozioni del mese di ottobre 2022 e coinvolge le seguenti categorie: pane, pasta, prodotti da forno, condimenti, olio e caffè. In base ai dati rilevati dall’istituto è emerso che, in Italia, i prezzi medi dei prodotti della drogheria alimentare si aggirano intorno ai 2 euro. Le offerte più convenienti sembrano concentrarsi al Sud, soprattutto in Basilicata (1,85 euro) e in Sardegna (1,89 euro). Sui flyer di Toscana (2,20 euro) e Friuli (2,14 euro) sono invece meno convenienti.

 

Ma le proposte dei discount sono realmente più convenienti di quelle della Gdo? Sembra proprio di sì. QBerg sottolinea infatti che i prezzi medi del discount sono inferiori di circa il 7% rispetto a quelli degli altri canali. Da evidenziare, poi, alcune differenze territoriali:

  • Nella zona Meridionale Tirrenica si registrano le offerte in assoluto più basse di tutto il Paese. I prezzi del discount sono inferiori del 7-8% rispetto a quelli della Gdo
  • Nell’area Adriatica, il gap tra i prezzi dei flyer dei discount e quelli della Gdo è di circa 1,5-2%
  • In Lombardia e in Emilia-Romagna acquistare nei discount è più conveniente. Il prezzo medio del canale in Lombardia è più basso del 34,8% rispetto alla Gdo, in Emilia Romagna del 25,7%
  • Accade il contrario in Trentino Alto Adige: le offerte della Gdo sono più convenienti del 4,5% rispetto al discount

Torna in cima