E-commerce: un volano per lo sviluppo del Paese. Lo studio Netcomm-Ambrosetti

2023-01-18T10:44:18+01:0018 Gennaio 2023 - 10:44|Categorie: in evidenza, Mercato|Tag: , , , , |

Milano – L’e-commerce, tra il 2016 e il 2020, ha pesato per il 40,6% della crescita di fatturato delle attività economiche italiane private. Si tratta di un settore in cui, nel solo quinquennio 2016-2020, operavano circa 50mila aziende con ricavi per 27 miliardi e un Cagr del 13,6% . E’ quanto emerge dallo studio Il ruolo e il contributo dell’e-commerce e del digital retail alla crescita dell’Italia, realizzato da Netcomm in collaborazione con The European House-Ambrosetti, che verrà presentato oggi.

Secondo l’indagine, nell’arco di un ventennio l’e-commerce, in Italia, ha creato una catena del valore di quasi 71 miliardi di euro, diventando così un volano dello sviluppo del Paese. L’e-commerce ha infatti un’elevata capacità di attivazione su tutto il resto dell’economia. Basti pensare che “ogni 100 euro generati nella filiera estesa dell’e-commerce e del digital retail in Italia se ne generano ulteriori 148”, come spiega Lorenzo Tavazzi, partner e responsabile dell’Area scenari e intelligence di Ambrosetti, al Sole 24 Ore.

In prospettiva, il commercio digitale diventerà sempre più pervasivo. E’ per questo motivo che Roberto Liscia, presidente di Netcomm, chiede alla politica di sostenere lo sviluppo di questa filiera. La richiesta, in particolare, è di “destinare parte dei fondi del Pnrr agli investimenti hi-tech del retail”, si legge sul Sole 24 Ore, “a partire dai 13,4 miliardi previsti da Piano Nazionale ‘Transizione 4.0’, includendo un esplicito riferimento alle tecnologie immateriali”.

Rimani aggiornato sulle ultime novità di mercato!

Torna in cima