Francia: stop agli imballaggi in plastica per frutta e verdura

2021-12-28T09:35:15+02:0028 Dicembre 2021 - 09:35|Categorie: Ortofrutta, Tecnologie|Tag: , , |

Parigi (Francia) – Stop agli imballaggi in plastica. In Francia, dal 1° gennaio 2022, gran parte delle referenze ortofrutticole saranno vendute sfuse o in confezioni realizzate con alternative alla plastica. Lo scorso 10 ottobre il Governo ha approvato il Decreto per limitare lo spreco alimentare e l’inquinamento dovuto alla produzione di polimeri (leggi qui). Come riferisce Italia Oggi, la misura inserita all’interno della Legge su clima e resilienza intende raggiungere il 20% di prodotto venduto sfuso nella grande e media distribuzione entro il 2030. Consentirà, inoltre, di evitare l’uso di oltre un miliardo di imballaggi in plastica ogni anno. Coinvolti inizialmente solo alcuni prodotti freschi, come zucchine, pere, banane, carote, pomodori e cipolle. Deroga fino al 2024 per l’indivia, mentre i frutti rossi potranno essere venduti in confezioni di plastica – a causa della loro fragilità – fino al 2026. Nuove norme anche per i bollini apposti sulle confezioni, che dal 2022 dovranno necessariamente essere biodegradabili.

Torna in cima