Gfk analizza le vendite di praline e tavolette di cioccolato nel 2021

2022-01-21T10:28:37+02:0019 Gennaio 2022 - 15:00|Categorie: Dolci&Salati|Tag: , , , |

Milano – L’istituto di ricerche Gfk traccia un quadro delle vendite di cioccolato nel 2021. Paola Bonassoli, senior consultant per l’Italia, spiega: “Sono tornate a crescere le praline, molto penalizzate dal lockdown. Nei primi 10 mesi del 2021, le vendite sono incrementate del 3,9%, superando i 292 milioni di euro, e del 4,1% il numero delle famiglie trattanti”. Un trend positivo, dunque, per la versione del cioccolato di norma acquistata da un target più maturo. E che registra un numero elevato di vendite soprattutto nel Nord Italia. Le tavolette di cioccolato, invece, piacciono molto ai più giovani, e sono alte le vendite anche nelle regioni meridionali. Bonassoli commenta: “Le tavolette sono la categoria più importante con 488 milioni di euro di sell-out. Hanno registrato buone performance nel 2021, con un +4,7% a valore nell’anno finito a ottobre. Un trend dettato non più, come nel 2020, dalle tavolette per cucinare e da quelle premium dark, bensì dall’aumento dell’8,2% della frequenza di acquisto”. All’anno, in media, le tavolette finiscono nel carrello della spesa nove volte, per poco più di 2kg di acquisto medio, e vengono comprate da 82 famiglie su 100. Mentre le praline vengono scelte dal 62% delle famiglie, che le mettono nel carrello quattro volte l’anno per 1,2kg di acquisto medio. Come rileva Gfk, “la maggior parte delle vendite avviene nei supermercati, con il 77,1% di penetrazione relativa. Ma la distanza con il secondo canale è sempre più ridotta. Infatti, un consumatore su due compra cioccolato nei discount. Anche grazie alla crescente diversificazione dell’assortimento, che va dalla specialità premium al prodotto sostenibile”.

Torna in cima