Lello Ciampolillo al ministero dell’Agricoltura?

2021-01-20T12:07:55+01:0020 Gennaio 2021 - 11:12|Categorie: in evidenza, Mercato|Tag: , , , |

Roma – Lello Ciampolillo è uno dei responsabili arrivati in soccorso di Conte dopo lo strappo di Italia viva. Cacciato dal Movimento cinque stelle per i mancati rimborsi al partito, 48 anni, il senatore barese è salito alla ribalta delle cronache ieri per il voto in extremis, alla seconda chiamata. Nelle varie interviste, non ha nascosto le sue ambizioni: “Mi piacerebbe fare il ministro dell’Agricoltura, perché è una materia che mi piace tanto, dato che ho seguito la vicenda Xylella in Puglia e sono stato in campo, fianco a fianco con gli agricoltori, con quelli che parlano con le piante”. Sulla questione va detto che Ciampolillo si è schierato contro l’abbattimento degli ulivi, suggerendo che la Xylella si possa facilmente contenere con il sapone e un trattamento a base di onde elettromagnetiche. Ma quando è nata la sua passione politica? Spiega ai microfoni di RepTv: “Nel 2006, quando un mio carissimo amico mi chiese: hai visto il blog di Grillo? Io cliccai e da  quel momento ho studiato tutto e ho seguito quello che ha fatto in questi anni. Potersi mettere a disposizione della comunità ha un valore altissimo”. E tra i messaggi arrivati, il senatore ricorda con piacere quello del suo amico Domingo. Che gli ha scritto: “Sei un pazzo”. Dunque Ciampolillo, con la sua “sana follia”, ha tutte le carte in regola per occupare la poltrona di numero uno al Mipaaf. Dove si sono seduti – non dimentichiamolo – anche Nunzia De Girolamo nel 2013, finita a piroettare in tv a Ballando con le stelle, e il mitologico Francesco Saverio Romano nel 2011, pure lui responsabile dell’ultimo minuto…

Torna in cima