L’Ue dice il primo sì al Prosek croato. Il Veneto in rivolta

2021-09-14T10:27:44+02:0014 Settembre 2021 - 10:27|Categorie: in evidenza, Vini|Tag: , , , |

Bruxelles (Belgio) – Sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale l’avvio dell’iter europeo per far ottenere alla Croazia la protezione della menzione tradizionale ‘Prosek’ (vino bianco passito della Dalmazia). A renderlo noto, come riporta il Corriere del Veneto, il commissario Ue per l’Agricoltura (polacco) Janusz Czeslaw Wojciechowski, in risposta a un’interrogazione dell’europarlamentare della Lega Mara Bizzotto, che avrebbe in seguito affermato: “Sommergeremo Bruxelles di carte e metteremo in campo ogni iniziativa, anche la più clamorosa, per fermare i croati”. A esprimersi sulla questione anche il governatore del Veneto, Luca Zaia, che ha definito la situazione “vergognosa”; mentre il presidente del Consorzio Prosecco Doc, Stefano Zanette, ha sottolineato: “Dalle dichiarazioni fatte dal commissario all’Agricoltura Wojciechowski ci era ben chiara la direzione che avrebbe preso l’Esecutivo Ue ma la faccenda non è affatto conclusa: da quando l’istanza giunta dal Prosek verrà pubblicata sulla Gazzetta ufficiale europea avremo 60 giorni per presentare le nostre osservazioni. E non saremo soli: presenteremo le osservazioni insieme ad altre forze che si stanno unendo a noi, consapevoli della gravità che tale eventuale approvazione da parte della Ue creerebbe. Si tratterebbe di un precedente pericoloso, le cui derive sono facilmente intuibili”.

Torna in cima