Tutti a Cibus!

2022-04-29T10:47:02+02:0029 Aprile 2022 - 12:00|Categorie: Aperture del venerdì, Fiere, in evidenza|Tag: , |

La manifestazione andrà in scena a Parma dal 3 al 6 maggio. Un appuntamento strategico per il settore agroalimentare. Con un ricco programma di workshop ed eventi, tra cui i Tespi Awards del 4 maggio.

“Non ci siamo fermati neanche con il Covid”, dichiarava qualche giorno fa Antonio Cellie, Ceo di Fiere di Parma, riferendosi a Cibus. In effetti, nell’annus horribilis 2020 la pandemia si è abbattuta come un macigno sul settore degli eventi, ma la fiera è andata in scena con un’edizione speciale: pochissimi stand e due giorni di convegni con relatori d’alto profilo. Obiettivo: fare il punto sulla trasformazione del food&beverage. L’anno dopo è stata la volta della coraggiosa edizione ‘balneare’, dal 31 agosto al 3 settembre. Eppure, nonostante le perplessità di qualcuno, padiglioni vuoti non ne abbiamo visti: 40mila visitatori hanno percorso in lungo e in largo la fiera. E i 2mila espositori sono tornati a casa soddisfatti, con in tasca la loro bella lista di contatti qualificati.

Se queste sono le premesse, logico attendersi un Cibus 2022 in grande spolvero. Non solo perché sarà la prima fiera senza mascherine e green pass (finalmente), ma anche per la voglia che tutti noi abbiamo d’incontrarci, guardarci negli occhi, discutere di lavoro e condividere i piccoli e grandi problemi che costituiscono la stoffa delle nostre giornate. Dal 3 al 6 maggio, ne siamo sicuri, Cibus farà egregiamente il suo mestiere: favorire gli incontri. Il che significa favorire il business delle 3mila aziende espositrici e mettere in mostra il meglio del made in Italy per i 70mila visitatori previsti. E, più in generale, cercare di capire dove sta andando il food&beverage.

Per questo, uno strumento privilegiato è il ricco programma di convegni, tavole rotonde e workshop. Si parte il 3 maggio alle ore 10 con ‘La responsabilità economica e sociale dell’agroalimentare italiano’, dove le conclusioni saranno affidate al ministro delle Politiche agricole, Stefano Patuanelli. Lo stesso giorno, alle 14, ci sarà il workshop ‘Sovranità alimentare made in Italy’, a cura dell’Istituto valorizzazione aceti e condimenti italiani, moderato da Angelo Frigerio, direttore di Alimentando e Ceo di Tespi Mediagroup. Il direttore condurrà i lavori anche il giorno seguente, all’evento organizzato alle 11.30 da Filiera Madeo su un tema quanto mai attuale: ‘Benessere animale: le nuove sfide per il settore suinicolo’.

Il nostro gruppo sarà poi protagonista della 14esima edizione dei Tespi Awards, in scena il pomeriggio del 4 maggio con la consueta maratona: Grocery&Consumi Awards alle 14.00; DolciSalati&Consumi Awards alle 15.00; Salumi&Consumi Awards e Carni&Consumi Awards alle 16.00; Formaggi&Consumi Awards alle 17.00. Giovedì 5 maggio spazio a un tema caldissimo per la filiera dei salumi, grazie al workshop organizzato da Assica: ‘I consumi di carne e salumi in Italia, bilanci e prospettive. La crisi delle commodities aumenta la pressione sui margini aziendali’. Il convegno si svolgerà alle ore 14.30 in Sala Plenaria. Un momento di approfondimento che vedrà la partecipazione di Ismea, Iri e Csc, chiamati a fornire dati e statistiche in merito alla crescita dei costi di materie prime e utilities avvenuta negli ultimi mesi.

L’ultimo giorno assisteremo alla prima, attesa edizione del Gran Premio del Formaggiaio: i cinque finalisti, alle 9.30, si contenderanno il titolo di Miglior formaggiaio d’Italia. L’evento è organizzato dalla Guilde Internationale des Fromagers Italia, in collaborazione con Edizioni Turbo by Tespi Mediagroup, e si rivolge ai banconisti dei formaggi della Distribuzione moderna e del normal trade: si sfideranno con prove pratiche e teoriche sul mondo del latte e dei suoi derivati. Il primo classificato avrà la possibilità di partecipare alla prossima edizione del Mondial du Fromage a Tours (Francia) e avrà diritto a essere giudice all’edizione successiva della manifestazione.

Torna in cima