ESTERI
Spagna: al via l’etichetta d’origine per latte e derivati

Madrid (Spagna) – Anche la Spagna sceglie la via dell’indicazione d’origine per il latte e i derivati in etichetta. Il consiglio dei ministri, infatti, ha dato via libera al provvedimento, proposto dal ministro dell’Agricoltura. Come negli altri paesi che hanno introdotto questa norma, per le aziende spagnole sarà obbligatorio specificare sia il paese di mungitura sia quello di trasformazione del latte utilizzato come materia prima. Nei casi in cui il paese di mungitura e/o di trasformazione sia esclusivamente la Spagna, dovrà apparire sull’etichetta il nome ‘España’ che non potrà essere sostituito dalla sigla ‘Ue’. Nei casi in cui il latte non sia di origine esclusivamente spagnola, sarà necessario riportare le diciture ‘País de ordeño’ e ‘País de transformación’ seguiti dal nome dello stato o degli stati membri oppure inserire ‘Ue’ (Unione europea), ‘fuera de la Ue’ (al di fuori dell’Ue), ‘Ue y fuera de la Ue’ (Ue e al di fuori dell’Ue).  L’indicazione d’origine sulle confezioni diventerà obbligatoria dopo quattro mesi dalla pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale spagnola.


ARTICOLI CORRELATI