Fao: prezzi alimentari stabili a novembre. Calo per lattiero caseario e zucchero, aumento per cereali e oli vegetali

Roma – Con una media di 192,6 punti, a novembre è stabile, per il terzo mese consecutivo, l’indice mensile dei prezzi alimentari della Fao (Food and agricolture organization of the united nations), che monitora i prezzi di cinque derrate in commercio a livello internazionale: cereali, carne, prodotti lattiero caseari, oli vegetali e zucchero. Per quanto riguarda i prodotti lattiero caseari, l’indice dei prezzi a novembre, registrando una media di 178,1 punti, è sceso del 3,4% rispetto a ottobre e del 29% rispetto a novembre 2013. Calo anche per lo zucchero, che con una media di 230 punti, fa registrare -3,2% su base mensile e -8% su base annua. L’indice dei prezzi della carne, con una media di 210,4 punti, è rimasto stabile rispetto a ottobre, con una crescita del 13,3% su base annua. Infine, aumentano i prezzi dei cereali (media di 183 punti, ossia +2,6% su ottobre e -5,8% su novembre 2013) e degli oli vegetali (164,9 punti, per un incremento mensile dello 0,7%, contro il -17% su base annua).

 


ARTICOLI CORRELATI