Formaggi delattosati: vendite per 57 mln di euro, in Gdo

Milano – Le vendite dei formaggi delattosati in Gdo, secondo le elaborazioni di Assolatte, superano quota 57 milioni di euro, per un volume superiore a 5,7 milioni di kg. Oggi l’assortimento dei formaggi delattosati che si trova nei banchi frigo della distribuzione moderna, spiega Assolatte, è molto ampio e completo: dalla mozzarella al mascarpone, dal primo sale alla crescenza, dalla ricotta ai formaggi spalmabili. Il più acquistato dagli italiani, però, resta la mozzarella, che rappresenta quasi un terzo di tutto il mercato, sia a valore sia a volume. Nell’anno terminante a maggio 2019, le vendite di mozzarelle delattosate sono aumentate del 5,2% a valore e del 7,2% a volume. Al secondo posto si posizionano i formaggi spalmabili, che nei 12 mesi analizzati da Assolatte sono aumentati del 3,2% a valore e del 4,1% a volume. La “famiglia” dei formaggi morbidi e cremosi, come stracchino e crescenza, occupa il terzo posto; in un anno, gli italiani ne hanno comprato il 3,9% in più aumentando del 5,3% la spesa per l’acquisto. L’analisi dei canali distributivi condotta da Assolatte rivela che quasi il 45% della spesa per acquistare i formaggi delattosati transita nei supermercati, contro il 22% circa degli ipermercati e il 14% del libero servizio. Il secondo canale per volumi, ma primo per crescita, è il discount, dove si concentrano oltre il 27% dei volumi totali di formaggi delattosati. In un anno il discount ha visto aumentare le vendite di formaggi senza lattosio del 3% a volume e del 6,6% a valore (dove ha una quota del 20%), confermandosi così il format distributivo più dinamico nel mondo alimentare italiano.


ARTICOLI CORRELATI