Superfici coltivate a riso: nel 2019, +1,8%

Milano – Nel 2019, in Italia, è cresciuta dell’1,8% la superficie coltivata a riso (convenzionale, biologico, in conversione a riso bio e riso Classico), arrivando a coprire 221mila ettari. Nello specifico, sulla base delle denunce pervenute a luglio dai produttori e pubblicate dall’Ente nazionale risi, oltre 52mila ettari sono destinati alla produzione di riso ‘lungo b’ (+1,7% rispetto al 2018), 38mila alla varietà ‘loto, ariete e similari’ (-0,4%), più di 22mila alla coltivazione dell’arborio (+21,4%). Nel corso dell’anno è aumentata significativamente la superficie dedicata alle varietà ‘Roma’, ‘lido’ e ‘selenio’. Mentre hanno subito un netto calo quelle riservate alla coltivazione di ‘padano’ e ‘vialone nano’. Secondi i dati pubblicati (anche se provvisori), la superficie totale del riso biologico copre quasi 6mila ettari. Di questi, le principali varietà coltivate sono ‘selenio’ e ‘lungo b’.


ARTICOLI CORRELATI