Import di riso da Cambogia e Myanmar/Martina: “Causa squilibri di mercato”

Bruxelles – “Per le produzioni risicole dell’Unione europea, e in primo luogo per quella italiana, le importazioni di riso dalla Cambogia e dal Myanmar hanno comportato squilibri di mercato. Ciò rappresenta, sia nel medio che lungo periodo, un forte rischio per i nostri produttori”. Con queste parole il ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina, ha affrontato il lo spinoso tema delle importazioni di riso nel corso del Consiglio europeo dei ministri dell’Agricoltura e della Pesca, in corso ieri a Bruxelles. “La Commissione europea – ha aggiunto Martina – ha evidenziato l’aumento complessivo della richiesta di certificati di importazione che risulta, ad oggi, pari quasi al 25%, per il riso lavorato, rispetto alla campagna precedente. Le importazioni nell’Unione europea di riso lavorato proveniente dalla Cambogia rappresentano oltre il 20% del totale importato e questo Paese è diventato il principale fornitore estero di riso”. E prosegue: “Per questo abbiamo sollecitato oggi la Commissione europea a fornire un’analisi di impatto e a mettere in atto misure opportune che possano contrastare questo fenomeno”.