Asiago, il Consorzio contro il Comune per l’istituzione di una De.co.

2021-08-24T17:03:11+02:0024 Agosto 2021 - 17:02|Categorie: Formaggi, in evidenza|Tag: , , , |

Asiago (Vi) – Scoppia la battaglia legale tra il Consorzio tutela formaggio Asiago e il Comune di Asiago. Ragione del contendere è l’istituzione, avvenuta a maggio, della De.co. ‘Comune di Asiago’ per la tutela e la valorizzazione delle attività agro-alimentari e artigianali tradizionali locali. Il Consorzio ha presentato ricorso al Tar del Veneto, chiedendone l’annullamento, dal momento che tra i prodotti tipici locali figurano anche quelli “quelli agroalimentari derivanti da attività agricola o zootecnica o dalla lavorazione e trasformazione degli stessi” e “prodotti artigianali prodotti o realizzati sul territorio comunale”. Inoltre il regolamento “fornisce un’elencazione indicativa e non esaustiva dei prodotti a cui può essere concessa la De.co., tra cui quelli di origine animale, pertanto anche un prodotto caseario”, secondo quanto scrive il Consorzio nel documento presentato in tribunale.

“Resto senza parole di fronte a quest’azione del Consorzio tutela, visto che la presidenza era stata informata ed era stato chiarito fin da subito che l’elenco dei prodotti che sarebbero poi stati deliberati dalla commissione, e avevo invitato il Consorzio, avrebbero escluso tutti i derivati del latte, consapevoli che la loro tutela spetta al Consorzio”, dichiara Nicola Lobbia, assessore all’Agricoltura del Comune di Asiago, al Giornale di Vicenza. “Le basi del ricorso sono farraginose: le De.co. non sono certificazioni di qualità ma di provenienza e il Consorzio non può applicarle, visto che il formaggio Asiago è fatto con latte di altri paesi e province. La De.co non è un ‘marchio’ e l’esclusione del latte non viene deciso dal regolamento bensì con il disciplinare redatto dalla commissione”.

Torna in cima