Belgio, Barry Callebaut sospende la produzione a Wieze per tracce di salmonella

2022-06-30T12:09:07+02:0030 Giugno 2022 - 12:09|Categorie: Dolci&Salati|Tag: , , |

Wieze (Belgio) – Il produttore di cioccolato belga-svizzero Barry Callebaut comunica, in una nota ufficiale sul proprio sito, di aver sospeso le attività nell’impianto di Wieze, nel nord del Belgio, dopo aver rinvenuto tracce di salmonella in alcuni dei propri prodotti. In attesa di accertamenti, l’azienda spiega inoltre di aver bloccato la vendita di tutte le referenze prodotte a partire dal 25 giugno. “I nostri programmi di sicurezza alimentare ci hanno permesso di identificare rapidamente la lecitina come fonte di contaminazione. Abbiamo informato le autorità alimentari belghe (Favv, Agenzia federale per la sicurezza della catena alimentare, ndr) dell’incidente scegliendo, come misura precauzionale, di fermare tutte le linee di produzione e di bloccare quanto fabbricato dal momento del test. La produzione a Wieze rimarrà sospesa fino a nuovo avviso”, si legge nel documento pubblicato sul sito di Barry Callebaut. “La sicurezza alimentare è per noi fondamentale e questo è un caso eccezionale. […] Barry Callebaut si prenderà ora il tempo necessario per proseguire con la diligente analisi delle cause principali, tenendo informata la Favv durante il processo. Una volta completata, le linee saranno pulite e disinfettate prima di riprendere la produzione”.

Torna in cima