Emergenza rincari, gli allevatori in piazza contro le speculazioni

Roma – Sono scesi in piazza oggi allevatori e agricoltori per portare l’attenzione del Governo sull’emergenza rincari e chiedere interventi immediati. La mobilitazione ha coinvolto una trentina di città in tutta Italia: Milano, Firenze, Piacenza, Palermo, Cosenza, Salerno, Roma. Proprio nella Capitale, è stata portata in piazza anche la mucca ‘Giustina’, simbolo della battaglia per un prezzo equo del latte. Gli allevatori hanno esposto numerosi cartelli di protesta. Hanno inoltre allestito il ‘tavolo della verità’ per portare i consumatori a conoscenza dei prezzi riconosciuti agli allevatori ed è stata portata anche una stalla con pannelli fotovoltaici sul tetto per chiedere di sbloccare i finanziamenti per lo sviluppo delle energie rinnovabili in agricoltura. Fronte su cui sono intervenuti direttamente Ettore Prandini, presidente di Coldiretti, e Vincenzo Gesmundo, segretario generale, in una lettera indirizzata a Mario Draghi, in cui scrivono: “È urgente che almeno una parte delle risorse del Pnrr già stanziate per l’agricoltura, come gli 1,2 miliardi per i contratti di filiera e 1,5 miliardi per il fotovoltaico senza consumo di suolo, vengano messe a disposizione quanto prima delle nostre imprese con semplici decreti ministeriali”.

Torna in cima