Grana Padano, via libera alla possibilità di dilazionare il calo produttivo. In arrivo un nuovo packaging

2021-01-11T11:17:30+02:0011 Gennaio 2021 - 11:17|Categorie: Formaggi, in evidenza|Tag: , |

Desenzano del Garda (Bs) – Via libera alla possibilità di spalmare su due anni il taglio produttivo di Grana Padano, previsto per il 2020. Nel corso dell’assemblea di dicembre, i consorziati hanno approvato la proposta con il 99% dei voti. La misura era stata adottata in piena emergenza Coronavirus con l’obiettivo di riequilibrare l’offerta con la domanda di mercato. Ora ogni caseificio avrà la possibilità di diluire su due anni il calo produttivo del 3% stabilito: -1,5% nell’anno appena terminato e -1,5% nel corso del 2021. Chi sceglie di posticipare il taglio produttivo, dovrà comunicare la decisione al Consorzio entro oggi lunedì 11 gennaio. Inoltre, dovrà ridurre di un ulteriore 1% la produzione nel corso del 2021. Nel corso dell’assemblea di fine dicembre è stato anche approvato il restyling del packaging, che dovrà valorizzare la nuova referenza “Riserva 24 mesi” per rendere più distintiva l’offerta di Grana Padano sul mercato.

Torna in cima