Milano, aumenti record per gli alimentari.
L’inflazione costerà mille euro alle famiglie

2012-05-17T10:12:11+01:0017 Maggio 2012 - 10:12|Categorie: Mercato|Tag: , , , , , , |

Milano – Gli effetti dell’inflazione si fanno sentire sulle tasche dei milanesi. Secondo un calcolo del Codacons, a partire dai dati diffusi dall’Istat, l’inflazione peserà per circa 1.000 euro sul bilancio delle famiglie meneghine da qui a un anno. Si va dai 900 euro dei nuclei di due persone fino ai 1.200 delle famiglie composte da cinque persone. Secondo dati del Comune di MIlano, nel 2013 le famiglie spenderanno il 3,1% in più rispetto al 2012 a causa dell’inflazione. Già quest’anno gli effetti si fanno sentire nei negozi della città. Rispetto al 2011 si registrano aumenti consistenti: il pane cresce del 3,7%, i salumi del 4,8%, latte, formaggi e uova del 4,4%. Incrementi record per caffè (18,2%), burro (10,7%) e cacao (6,5%). “Se avessimo considerato un paniere di beni ad alta frequenza d’acquisto, quelli che è impossibile non comprare, a partire dagli alimentari, avremmo scoperto che il tasso di crescita è ben più alto. Si parla del 4,7% a livello nazionale. Di fatto l’inflazione è più alta per chi è già povero e costretto a limitarsi all’essenziale”, precisa Marco Donzelli, presidente Codacons.
(AR)

Torna in cima