Monini esce da Federolio. E partecipa alla fondazione di Unifol

2022-09-26T11:36:05+01:0026 Settembre 2022 - 11:36|Categorie: Grocery|Tag: , , , |

Spoleto (Pg) – Monini, azienda umbra specializzata nella produzione di olio, ha scelto di uscire da Federolio (Federazione nazionale del commercio oleario), la maggiore organizzazione italiana di categoria nel settore del commercio all’ingrosso e del confezionamento dell’olio di oliva. La società ha infatti deciso di entrare a fare parte della neonata Unifol (Unione italiana famiglia olearie), associazione di categoria nata per promuovere l’olio evo di qualità. Tra gli obiettivi primari indicati dalle aziende partecipanti a Unifol spiccano il perfezionamento dei propri standard di qualità e rintracciabilità, monitorati attraverso l’istituzione di un osservatorio interno.

“Si tratta di una nuova casa comune che ha come obiettivo principe quello di lavorare per la qualità del prodotto, portando serietà e soprattutto credibilità in un settore che periodicamente viene travolto da scandali che rischiano di minare la fiducia del consumatore”, spiega Zefferino Monini, Ad dell’omonima azienda. “Con Unifol vogliamo offrire un nuovo tassello di garanzia: crediamo nel valore delle regole, nella validità di panel test e analisi e organizzeremo un sistema di monitoraggio e controllo stringente e costante su campioni di olio evo prelevati a scaffale, in modo da poter essere al di sopra di ogni dubbio e avere gli strumenti per rispondere a possibili attacchi che turbano il mercato”.

Torna in cima