Report e formaggi similari, il Codacons chiede di accertare possibili illeciti a danno dei consumatori

2022-01-25T10:19:05+02:0025 Gennaio 2022 - 10:19|Categorie: Formaggi, in evidenza|Tag: , , , , |

Roma – Il Codacons presenta un esposto al Comando dei Carabinieri per la tutela agroalimentare. Nella puntata di Report, il programma Rai condotto da Sigfrido Ranucci, andata in ondata lo scorso 3 gennaio, è stato infatti trasmesso un servizio dal titolo ‘Che Grana!’, in cui la giornalista Rosamaria Aquino è andata a indagare il mondo dei formaggi similari visitando alcune aziende produttrici di Grana Padano Dop e similari, appunto. Secondo il Codacons, il servizio “sembrerebbe aver innescato una stortura dell’agroalimentare italiano”. Chiede dunque di “aprire una indagine finalizzata ad accertare eventuali illeciti a danno dei consumatori”. Infatti, “laddove si accertasse come il latte italiano utilizzato per i prodotti a marchio Dop viene contaminato e/o mescolate e/o entra in contatto con un latte straniero importato per la produzione di formaggi similari ovvero se forme di contaminazione tra il similare e il Dop si manifestassero durante la divisione del prodotto grattugiato, si potrebbe arrivare a delineare una frode alimentare; frode intesa quale produzione e commercializzazione di alimenti non conformi alle normative vigenti, che causerebbe un danno al consumatore, danno che non è solo igienico-sanitario, ma anche economico”.

Torna in cima