Spirits: il Regno Unito annuncia la sospensione dei ‘dazi di ritorsione’. Il plauso dell’industria americana

2020-12-10T16:16:38+02:0010 Dicembre 2020 - 16:16|Categorie: Beverage|Tag: , , , , |

Crawley (Uk) – L’industria americana degli spirits esprime soddisfazione per la decisione del Regno Unito di sospendere le ‘tariffe di ritorsione’ su rum, brandy e vodka americani una volta che lascerà l’Unione Europea, il prossimo 1° gennaio. In seguito al contenzioso Boeing-Airbus gli Stati Uniti hanno infatti imposto, a partire da marzo 2018, una tariffa sull’acciaio e sull’alluminio europei, rispettivamente del 25% e del 10%, a cui l’Europa ha reagito con un dazio di ritorsione sul whisky americano, sul marchio Levi’s e sulle motociclette Harley-Davidson. Nell’ottobre 2019 gli Usa hanno poi aggiunto una tariffa del 25% su diversi vini e spirits europei a cui l’Europa ha risposto con un dazio del 25% sulle importazioni di rum, brandy, vodka e vermouth americani. Ora il Regno unito, in procinto di lasciare l’Unione, potrà adottare una posizione indipendente in merito a questo conflitto di lunga data decidendo di sospendere i dazi sugli spirits americani.

Torna in cima