Cresce l’import di vino in Oriente nel primo trimestre 2015. Per l’Italia: +16% a volume, ma un calo a valore (-7%)

Roma – Secondo i dati pubblicati da Il Corriere Vinicolo, giungono buone notizie dal mercato asiatico in questo inizio 2015. Nel primo trimestre dell’anno, l’import di vini in bottiglia nell’area composta da Cina, Hong Kong, Giappone e Corea del Sud ha raggiunto i 141 milioni di litri, facendo segnare una crescita del 18% sullo stesso periodo del 2014. Per l’Italia, una crescita del 16% a volume e una flessione a valore (-7% sui primi tre mesi del 2014). Cala del 20% il prezzo medio del vino del nostro Paese nella regione, assestatosi a 3,9 dollari al litro, nonostante la nota positiva di un trend complessivo dell’import che negli ultimi nove mesi ha fatto segnare una crescita abbastanza regolare.