Riso italiano: l’industria chiede 20mila ettari in più

Pavia – Airi, l’associazione industrie riserie italiane, chiede maggiori quantitativi di prodotto ai risicoltori italiani. Secondo quanto riportato dal portale Riso Italiano, l’associazione chiede 10mila ettari in più per la coltivazione del tondo, ma anche più terreno per il riso medio, il loto, il baldo e il cammeo, e soprattutto per le varietà da risotto, per un totale di oltre 20 mila ettari aggiuntivi. Come specificato da Riso Italiano, secondo l’Airi la maggiore domanda deriva da un significativo incremento dei consumi. Secondo le confederazioni, invece, è conseguenza del fatto che i prezzi sono scesi a livelli quasi insostenibili per le aziende risicole. Ora sarà compito dell’Ente Risi e dei sindacati agricoli valutare questa nuova proiezione.

Tags: ,

ARTICOLI CORRELATI