Via libera da Canada e Uruguay all’import di bresaola. Continua il blocco in Brasile

Milano – Uruguay, ma soprattutto il Canada, aprono all’import di bresaola. La notizia è stata resa nota ieri, nel corso dell’assemblea di Assica (Associazioni industriali delle carni e dei salumi), in scena a Milano. Cade, quindi, un’altra barriera per il mondo dei salumi, in un mercato interessante, come quello canadese. Ancora nessuna notizia positiva, invece, per l’export di bresaola in Brasile, dove continuano le misure protezionistiche di Brasilia. Una paradosso se si considera che i tagli bovini vengono importati dal Paese sudamericano, stagionati in Valtellina, ma non possono essere rivenduti in Brasile.


ARTICOLI CORRELATI