Calano tutti i suini esteri. Il vivo italiano unico maiale a costare più di 2,00 euro/kg, anche tra le carcasse.

2022-10-24T12:28:39+01:0021 Ottobre 2022 - 17:46|Categorie: Carni, in evidenza, Salumi|Tag: |

Parma – È stato un weekend importantissimo sui mercati europei, caratterizzato da cali anche molto significativi sui vivi che sulle carcasse. Continua quindi a suscitare stupore il continuo rialzo del suino vivo italiano (leggi qui) pur calmierato dalla quotazione a forbice raggiunta il 20 ottobre. A oggi il suino italiano è l’unico maiale che costa più di 2,00 euro/kg. Anche le carcasse principali (tedesca e francese) sono scese sotto questo parametro. La carcassa tedesca perde 10 centesimi (-5%) e scende a 1,90 euro/kg (VEZG), quella francese cala di 4,9 centesimi (-2,4%) e va a 1,975 euro/kg. Stabile la danese a 1,67 euro/kg (Danish Crown). Tra i vivi, l’unico a tenere è l’olandese (1,48 euro/kg, DCA 2.0). Lo spagnolo è al secondo ribasso consecutivo (1,701 euro/kg, -0,9%, Mercolleida), mentre il belga è in picchiata libera (1,31 euro/kg, -5,8%). Al momento, AIB Press non registra variazioni significative sui tagli freschi europei, ma la tendenza di mercato è chiara. Prevedibile che di fronte a questi dati ci sia una ripresa delle macellazioni e una maggiore disponibilità di tagli esteri. Quando quest’onda colpirà il mercato italiano non è facile da prevedere.

Torna in cima