Cun 1 dicembre: il suino vivo perde altri 2,1 centesimi, è il terzo calo consecutivo

2022-12-02T09:11:41+01:001 Dicembre 2022 - 14:07|Categorie: Carni, in evidenza, Salumi|Tag: |
Parma – Terzo calo consecutivo per il suino vivo italiano, che perde altri 2,1 centesimi. Dal 20 ottobre a oggi il calo è del 3,2% (6,7 centesimi), insufficiente a tornare sotto la soglia psicologica dei 2,00 euro/kg, mai toccata prima nella storia della suinicoltura italiana. I prezzi di riferimento diventano quindi 2,005 euro/kg per il suino pesante Dop, 1,948 euro/kg per il Dop 152/160 kg e 1,87 euro/kg per il non tutelato, che mantiene un delta di 23 centesimi (12,3%) dal vivo spagnolo. È la dodicesima settimana consecutiva di quotazione superiore ai 2,00 euro/kg, il calo del prezzo richiesto a più riprese da macelli e industria si sta concretizzando a ritmi abbastanza blandi, e al momento non si sta riversando sui tagli freschi, che settimana scorsa hanno visto addirittura in qualche caso un lieve aumento. Il tutto in un contesto europeo con alcuni rimbalzi: i vivi belga e olandese, le carcasse tedesca e danese, ma anche diversi tagli freschi. AIB Press ha annunciato aumenti per i tagli provenienti dall’Olanda (dai 15 ai 20 centesimi per il filetto, 8 per i prosciutti e 7 per le spalle) e dal Belgio (che arrivano a 7 centesimi per le costine).
Torna in cima