Cun 2 dicembre: i tagli freschi non calano, coscia pesante Dop a 5,89 euro/kg. Rimbalzi anche in Europa

2022-12-02T17:34:28+01:002 Dicembre 2022 - 17:34|Categorie: Carni, in evidenza, Salumi|Tag: |

Parma – Sembra arrivato il turno dei macellatori per recuperare quanto perso nei mesi di fuoco in cui il suino italiano è cresciuto dagli 1,568 euro/kg del 26 maggio ai 2,075 del 20 ottobre (+ 32,3%). Ora che il vivo inizia a calare con velocità lenta ma costante (leggi qui), l’industria si aspettava un calo anche dei tagli freschi. Bisogna aspettare ancora. Oggi guadagnano 10 centesimi i tagli di macelleria (lombi e busto, coppa esclusa), che raggiungono i 4,00 euro/kg. Ci sono ritocchi per pancetta squadrata e pancettone (rispettivamente 6 e 4 centesimi), per la spalla (5 centesimi) e la gola (4 centesimi). Ma ciò che preoccupa maggiormente l’industria è l’ulteriore incremento del costo delle cosce Dop, che guadagnano rispettivamente 2 centesimi la pesante (che raggiunge i 5,89 euro/kg) e 3 centesimi la leggera (5,35 euro/kg), e che sembrano molto lontane da un calo che sarebbe una boccata d’ossigeno per i prosciuttifici. Simbolico anche il centesimo d’incremento sul trito da banco, che rafforza la sua quotazione a 4,67 euro/kg a venti giorni dal Natale.

Questo il dettaglio

TAGLIO 25 nov 2 dic
Coscia fresca per Dop oltre 13 kg 5,87 5,89
Coscia fresca per Dop 11/13 kg 5,32 5,35
Coscia fresca per crudo oltre 12 kg 5,08 5,08
Coscia fresca per crudo 10/12 kg 4,75 4,75
Lombo Bologna 3,90 4,00
Lombo Padova (o Venezia) 3,90 4,00
Busto con coppa e costine 3,90 4,00
Coppa rifilata oltre 2,5 kg 5,40 5,40
Coppa fresca con osso 3,90 3,90
Spalla disossata oltre 5,5 kg 4,35 4,40
Pancettone 2,50 2,54
Pancetta rifilata 4,42 4,48
Gola con cotenna e magro 2,85 2,89
Lardello con cotenna 2,10 2,10
Lardo oltre 3 cm 3,50 3,50
Lardo oltre 4 cm 4,30 4,30
Trito (per salame) 4,66 4,67

 

Continuano i rimbalzi positivi sui mercati europei. Cresce la carcassa tedesca (che torna a 2,00 euro/kg, + 2,6%, VEZG), rimangono stabili la francese (1,807 euro/kg, MPB) e la danese (1,69 euro/kg, Danish Crown). In attesa della quotazione olandese, oggi in ritardo, cresce il vivo belga (1,41 euro/kg, + 3,7%, Danis), mentre la Spagna conferma il prezzo di 1,64 euro/kg raggiunto due settimane fa.
Quasi immediate le conseguenze sui tagli freschi, visto che questa settimana in Olanda sono cresciuti i filetti (dai 15 ai 20 centesimi), le cosce e i carrè (8 centesimi), le spalle (7 centesimi) e altri tagli; anche dal Belgio arrivano aumenti di 7 centesimi per le costine, di 6 centesimi per i garretti e di 5 per spalli, lardi e coppe. Rialzi anche per le cosce tedesche.

Torna in cima