Cun 30 novembre: il vivo perde 2 centesimi e va sotto i 2,30 euro/kg dopo più di due mesi

2023-11-30T14:39:20+01:0030 Novembre 2023 - 14:39|Categorie: Carni, in evidenza, Salumi|Tag: |

Parma – Era il 21 settembre quando il suino vivo pesante Dop sfondava per la prima volta i 2,30 euro/kg, grazie al vertice alto di una quotazione a forbice, sorpassando la carcassa tedesca, allora quotata a 2,25. Dieci sedute dopo, dopo tre settimane con un calo dell’1%, arriva una quotazione a 2,287 euro/kg che sancisce il rientro sotto la soglia psicologica dei 2,30. Nel frattempo, la carcassa tedesca è scesa a 2,10 e il primato del suino italiano come più caro d’Europa non è in discussione (il gap con la Germania è +8,9%), ma la tendenza, pur lenta, è  chiara. Resta da valutare quale sarà il punto di arrivo e se ci sarà un impatto a breve sui tagli freschi. Il calo di 2 centesimi odierno vale il -1,9% nell’ultimo mese. Gli altri prezzi di riferimento sono 2,227 euro/kg per il Dop inferiore ai 160 kg e 2,102 euro/kg per il non tutelato più costoso. Anche la classe 130/144 kg scende sotto i 2,00 euro/kg.

Torna in cima