Farm to Fork/Pac 2021-2027 (6), Giansanti (Confagricoltura): “La Pac avrà un impatto importante sulla redditività delle imprese agricole. Il Nutriscore? Un cavallo di Troia”

2021-11-10T11:45:56+01:0010 Novembre 2021 - 11:45|Categorie: in evidenza, Mercato|Tag: , , , , , |

Roma – I cambiamenti introdotti con la nuova Politica agricola comune (Pac) sono centrali nell’intervento di Massimiliano Giansanti, presidente di Confagricoltura, al convegno ‘Strategia Farm to Fork e Politica agricola comune nella prossima programmazione Ue 2021-2027’ di lunedì 8 novembre. “La nuova Pac ha, per gli agricoltori, una dotazione economica sensibilmente più bassa rispetto alla precedente. E avrà un impatto importante sulla redditività delle imprese agricole”, sottolinea Giansanti. “Sulla Pac noi di Confagricoltura siamo stati particolarmente critici, perché premierà più le aziende che in questi anni hanno lavorato meno per il mercato e penalizzerà quelle che hanno lavorato di più”. Inoltre, ricorda il presidente, anche scondo “autorevoli studi” internazionali la riforma porterà a “una drastica riduzione della redditività degli agricoltori e della produzione europea”. Infine, un accenno anche al Nutrioscore, che Giansanti definisce “il cavallo di Troia delle multinazionali  per omologare le diete a livello europeo e mondiale”. E prosegue: “Il cibo è un business che fa gola a tutti e ha un impatto geopolitico importante. Per quei Paesi che hanno una forte industria alimentare, e grandi multinazionali con una presenza globale, l’etichettatura dei prodotti è come il telepass per l’ingresso in autostrada”.

Torna in cima