In Spagna, cresce l’attenzione per la carne artificiale

2022-08-18T10:45:53+01:0018 Agosto 2022 - 10:45|Categorie: Carni, free from|Tag: , |

Madrid (Spagna) – In Spagna, cresce l’attenzione per la carne artificiale. Nella classifica stilata da ProVeg International dei cinque Paesi europei che si impegnano maggiormente nella produzione di carne di coltura per migliorare la competitività e la sostenibilità dell’industria della carne in Europa, la Spagna si colloca al terzo posto, seguita da Germania e Francia. Nelle prime posizioni, Paesi Bassi e Regno Unito. Nel mercato nazionale, infatti, c’è un forte sostegno alla ricerca sul potenziale salutistico della carne coltivata. Nel gennaio 2021, ad esempio, il governo spagnolo, attraverso il Centro per lo sviluppo della tecnologia industriale (Cdti), ha concesso 5,2 milioni di euro a un progetto sulla carne artificiale guidato da Biotech Foods che ne sta studiando l’impatto sulla salute per la prevenzione del cancro al colon e della dislipidemia. Attualmente, oltre a Biotech Food, acquisita nel 2021 dal gigante della carne Jbs, nel Paese operano altre due start-up: Cocuus e Cubiq Foods.

Torna in cima