Salvini: “Siamo a fianco della Coldiretti: stop a riso asiatico, Ceta ed etichette a semaforo”

Roma – Il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, intervenendo a un incontro organizzato da Coldiretti a Torino, venerdì 15 giugno scorso, fissa i paletti a cui si atterrà il Governo in tema d’agricoltura. A partire dal blocco delle navi che arrivano nei porti italiani cariche di riso cambogiano. “Siamo assolutamente a fianco della Coldiretti. Siamo pronti a bloccare le navi cariche di riso asiatico”, dichiara Salvini. Che poi rilancia. Bocciato il Ceta, l’accordo commerciale tra Canada e Unione Europea: “Legittima l’italian sounding, la contraffazione dei prodotti italiani. Apre il mercato ai parmesan e alle mozzarille. E apre il mercato al grano canadese, sulla cui qualità è legittimo qualche dubbio”. No a intese neanche con i Paesi dell’area Mercosur, che aprirebbe, ad avviso di Salvini, alle carni “imbottite di ormoni”. E opposizione dura nei confronti delle etichette a semaforo, “quelle per cui tutta la dieta mediterranea è a semaforo rosso mentre la Diet Coke è verde”.


ARTICOLI CORRELATI