Osservatorio Ipack-Ima: nel 2014 segnali positivi per la filiera di trasformazione e imballaggio

Milano – Segnali positivi per le imprese della filiera di trasformazione e imballaggio (fornitori e utilizzatori di macchinari, di materiali e di servizi). Il report dell’Osservatorio Ipack-Ima, pubblicato sul sito ipack-ima.com, rileva una congiuntura positiva per il consuntivo del I semestre 2014 e per le previsioni del II. Le imprese stanno anticipando la ripresa soprattutto grazie alle esportazioni, che consentono di compensare la stagnazione della domanda interna. Il campione di produttori considerato è composto da 132 imprese in prevalenza di piccole e medie dimensioni – attive nelle nove business community: beverage, chemicals industrial&home, confectionary, dairy, grain based food, hygiene&beauty, meat, vegetable&fruit e pharma – che complessivamente occupano circa 7mila addetti e fatturano 2,2 miliardi di euro. In questo insieme, prevalgono le aziende che hanno indicato aumento di fatturato a consuntivo del I semestre in sei business community, e in sette per le esportazioni. Per l’occupazione, il dato prevalente è quello di stabilità. Dati simili sono stati rilevati per gli utilizzatori, un campione composto da 262 imprese di piccole, medie e grandi dimensioni, attive nei settori del food e non food con un fatturato complessivo di circa 13,5 miliardi di euro e 25mila addetti.