Molino Spadoni, non solo farine

2022-04-20T12:06:21+02:0020 Aprile 2022 - 12:06|Categorie: Le aziende si raccontano|Tag: , |

Il forte legame con il territorio e la tradizione. L’antica produzione molitoria. I progetti attivi con il brand Officine Gastronomiche Spadoni e I Malafronte. E le tante novità per il 2022. Intervista a Beatrice Bassi, delegata del Cda.

Farine e miscele per la Gdo e l’Horeca, prodotti da forno ambient e gelo, pasta premium e panificati gluten free, birre artigianali, liquori, aceti, salumi e formaggi. L’universo di Molino Spadoni è alquanto sfaccettato. Alle farine e alle miscele, che rimangono il core business dell’azienda, si affiancano i salumi e le carni di Mora Romagnola e le perle casearie di latte vaccino, ovino e caprino. Tutte prodotte e distribuite con il marchio Officine Gastronomiche Spadoni, affiancato di recente dal brand I Malafronte per la categoria carni e salumi. Ma il portfolio si compone anche di prodotti appartenenti ad altre categorie, realizzati nei nove stabilimenti dislocati in Emilia Romagna. Per conoscere più nel dettaglio le tante iniziative di Molino Spadoni, abbiamo intervistato Beatrice Bassi, delegata del Cda.

 

Qual è la storia di Molino Spadoni?

Lo storico molino situato a Coccolia, in provincia di Ravenna, risale al 1445. Ha origini antichissime, a tal punto da essere menzionato nelle Carte Vaticane del XV secolo. Diventa di proprietà della famiglia Spadoni nel 1921, anno che sancisce la nascita dell’azienda Molino Spadoni. Attualmente la guida della società è affidata a Leonardo Spadoni, appartenente alla terza generazione familiare.

Come è cambiata l’azienda dal 1921?

Nel corso degli anni è stato messo in atto un processo di diversificazione che ha concesso a Molino Spadoni di diventare un gruppo alimentare a tutto tondo. Oggi, articola la propria offerta in sei diversi brand e tocca molteplici categorie. Nel mercato delle farine e miscele, che rimangono il core business, siamo un punto di riferimento con il brand Molino Spadoni. È il nostro marchio principale, leader nella Gdo italiana, con cui produciamo e commercializziamo anche pasta e prodotti da forno ambient e surgelati, gluten free e non.

Quali altri brand compongono l’universo Spadoni?

Officine Gastronomiche Spadoni, il marchio che valorizza le eccellenze gastronomiche del territorio romagnolo, è attivo nel segmento dei salumi e delle carni di Mora Romagnola. Con questo brand vengono prodotti anche formaggi di latte vaccino, ovino e caprino. La norcineria e il caseificio si trovano sulle colline di Brisighella, a pochi chilometri dal nostro allevamento ‘Fattoria Palazzo di Zattaglia’. Abbiamo poi il brand Molino Spadoni AlimentazionE DedicatA, che include referenze senza glutine e la linea a basso indice glicemico, a cui si affiancheranno altre linee destinate a intercettare gli ultimi trend in termini di alimentazione salutistico-funzionale. Come rivela il nome, si tratta di una linea dedicata a un consumatore con esigenze specifiche. Nel segmento gluten free, produciamo farine/miscele, pasta premium, biscotti, panificati ambient e frozen. L’offerta a basso indice glicemico, invece, si rivolge ai consumatori con problematiche come prediabete e diabete, ma anche a chi vuole prevenire l’insorgere di tali criticità senza dover rinunciare al gusto, che da sempre caratterizza l’offerta di Molino Spadoni. Il settore brassicolo ci vede impegnati nella produzione di birre artigianali crude, non pastorizzate e non microfiltrate con il marchio Birrificio del Molino. Con il brand Leonardo Spadoni produciamo, secondo antiche ricette di Pellegrino Artusi, liquori e aceti. Infine, siamo partner del Consorzio Almaverde Bio, per cui produciamo principalmente farine e miscele. Mi preme però sottolineare che la diversificazione dell’azienda non è passata attraverso dei co-packer, ma è frutto di produzioni interne.

Per quanto riguarda il segmento molitorio, come si compone l’offerta di farine a marchio Molino Spadoni?

Proponiamo farine per ogni destinazione d’uso, domestica e professionale. Oltre a farine per pizza, focaccia e pinsa, abbiamo anche miscele per pane. Ci sono poi farine nazionali e regionali. E poi ancora, per pasta, piadine, dolci e per celiaci. Quali altri progetti avete in programma nel comparto grocery? Proprio in questi giorni stiamo lanciando un nuovo panificato gelo per pinsa: abbiamo inserito questo prodotto, disponibile in due formati, che, ultimamente, sta vivendo un momento d’oro. Si tratta di un prodotto precotto, che richiede pochi minuti di cottura. Sul fronte molitorio, stiamo lavorando a un nuovo mix per pinsa.

Concentriamoci ora sui freschi. Quando e come nasce il brand Officine Gastronomiche Spadoni?

Il brand nasce per valorizzare e preservare la Mora Romagnola, antica razza autoctona di suini neri che rischiava l’estinzione. Nel 2007, sulle colline di Brisighella, abbiamo costruito la nostra azienda agricola di oltre 90 ettari di terreno ‘Fattoria Palazzo di Zattaglia’, dove abbiamo dato vita al progetto di recupero. Attualmente sono circa 1.300 i capi allevati allo stato semibrado in ottime condizioni di benessere animale. E questo dà vita a prodotti dalle caratteristiche eccezionali: carni più saporite e digeribili, ricche di proteine e grassi insaturi. Tra il 2011 e il 2012 abbiamo avviato il nostro stabilimento dedicato alla trasformazione della carne producendo salumi e carni fresche, a cui si è poi aggiunto il caseificio.

Quali sono i prodotti più performanti del brand?

Per quanto riguarda il caseificio, il nostro Squacquerone di Romagna Dop è tra i prodotti più performanti. Abbiamo poi sviluppato una linea di formaggi a latte crudo, caratterizzati da una particolare lavorazione artigianale in cui il latte non è sottoposto a pastorizzazione consentendo così di preservare i suoi intensi sapori e profumi. Tra questi troviamo ‘Lo Stanco’ che è il nostro formaggio vaccino di punta in questa linea. Ad affiancarlo ci sono i nostri pecorini stagionati e semistagionati, con una particolare eccellenza premium ‘affinata al fieno’. Nel segmento dei salumi spicca la Mora Romagnola, una vera e propria eccellenza che non ha nulla da invidiare ai più importanti iberici. Il prodotto di punta è il nostro Prosciutto, proveniente da cosce selezionate. Poi c’è il lardo, che esalta le caratteristiche del grasso dei suini. Si presenta infatti ricco di grassi insaturi, che caratterizzano il prodotto di gusto e qualità eccezionali. Ma abbiamo anche il Salame ‘Gentile’, ottenuto dalla lavorazione artigianale dei tagli più nobili e pregiati di lombo e prosciutto.

Lo scorso anno avete acquisito il salumificio I Malafronte. Ci racconti un po’ come è andata.

Il mondo di Officine Gastronomiche Spadoni è strettamente collegato alla Mora Romagnola. Tuttavia, sentivamo l’esigenza di affiancare a questo prodotto premium altre referenze con un posizionamento medio-alto, legate al territorio. Queste caratteristiche le abbiamo riscontrate nel salumificio storico I Malafronte, impegnato dal 1962 nella produzione di carni e salumi pregiati della tradizione emiliano-romagnola. Lo scorso anno abbiamo ultimato l’acquisizione, mantenendo il marchio. Dopo l’acquisizione, abbiamo deciso di valorizzare i prodotti di qualità che rappresentano la vera essenza della tradizione e del territorio. Tra questi ci sono i salumi affinati, come il Salame di prosciutto all’erba medica e il Prosciutto dolce romagnolo Amarcord. Un altro importane progetto a cui teniamo molto è quello dedicato alla linea dei ‘Salumi di Filiera’ provenienti da suini appartenenti alla filiera controllata e certificata di Cura Natura del Gruppo Ferri.

Di cosa si tratta?

L’allevamento Cura Natura del Gruppo Ferri è una filiera controllata, certificata e attenta al benessere animale, situata in provincia di Modena. Qui i suini sono alimentati secondo una ricetta mangimistica certificata ad alto contenuto di Omega3 e sono allevati senza l’utilizzo di antibiotici negli ultimi quattro mesi di vita. L’alimentazione specifica unita alle pratiche di allevamento di questi capi, che passano parte del loro tempo in spazi all’aperto, rendono i salumi particolarmente profumati, teneri e saporiti. Da poco abbiamo lanciato il Salame e la Salsiccia Passita affettati nelle nuove pratiche vaschette salvafreschezza, un trend sempre più in crescita nel mercato dei salumi. Ma i progetti in pancia sono tanti, tra cui l’ampliamento dell’assortimento.

Un’ultima domanda, forse riduttiva visto il vasto universo Spadoni. Se dovesse scegliere tre parole con cui definire l’azienda, quali sarebbero?

La prima parola è autenticità, che significa trasparenza, attenzione e cura nella scelta dei nostri grani. Gusto è il secondo termine, perché tutti i nostri prodotti sono veramente buoni e alcuni di essi possono essere consumati anche da coloro che soffrono di glicemia alta. Sceglierei poi tradizione. Siamo grandi innovatori, ma lo siamo all’interno dei binari che ci ha insegnato la tradizione. Aggiungo poi altre due parole, che sono serietà e passione. Sosteniamo grandi investimenti per garantire prodotti eccellenti, sia a livello tecnologico, sia in termini di sicurezza alimentare. Tutto ciò non sarebbe però possibile senza i nostri collaboratori. Il nostro team è composto da persone preparate e competenti, e questa eccellenza si riflette anche nei prodotti finali.

 

 

Torna in cima