Carovita Esselunga (2), Pedroni (Coop): “Corrette le richieste di aumento dell’industria? Ognuno faccia la sua parte”

2021-11-23T11:40:29+01:0023 Novembre 2021 - 10:42|Categorie: in evidenza, Retail|Tag: , , , |

Casalecchio di Reno (Bo) – “L’inflazione è un fenomeno globale ma vedo anche movimenti speculativi rilevanti”. Anche Marco Pedroni, presidente di Coop Italia, interviene nel dibattito sul tema del carovita. E, in un’intervista a L’Economia, si sofferma sui rialzi dei listini: “Sul mercato del largo consumo c’è una forte richiesta di aumenti da parte dell’industria, dei marchi. Si va da un più 20-30% per la pasta, un 10-20% per l’olio fino a un più 10-15% per la carta. Ma tocca più o meno tutti i settori con rare eccezioni. C’è da chiedersi se le richieste siano congrue. […] Va detto che le materie prime corrono, tra plastica, alluminio, trasporti, energia. Ma queste sono solo una parte dei costi. C’è spazio per lavorare”. Chiede così che l’industria renda conto delle richieste di aumento dei listini, invocando “un’assunzione di responsabilità di tutte le componenti delle filiere per attutire l’impatto dei rialzi”. Quanto all’iniziativa di Esselunga ‘Il carovita sale? Noi abbassiamo i prezzi’ (leggi qua), Pedroni risponde, anche in questo caso, con una proposta che coinvolge l’intera filiera: “Noi agiremo con forza con il nostro prodotto a marchio Coop per tutelare il potere d’acquisto dei consumatori. Ma sarebbe utile anche un tavolo comune, un vertice straordinario sull’inflazione che riunisca industria, agricoltura e distribuzione. E anche il governo. Vorremmo che ognuno si prendesse il suo pezzo di responsabilità”.

Torna in cima