Grano, prezzi in calo. Ismea: “Difficile prevedere l’andamento fino a settembre”

2022-08-10T11:17:25+02:0010 Agosto 2022 - 11:17|Categorie: Dolci&Salati, Grocery, Mercato|Tag: , , , |

Milano – I prezzi delle materie prime agricole stanno calando (leggi qui). Stando agli ultimi dati della Fao, a luglio l’indice dei prezzi dei cereali su base mensile si è contratto dell’11,5% su scala globale. Rispetto a giugno, poi, le quotazioni del grano a luglio sono calate del 14,5% e quelle del mais del 10,7%. “Fino a settembre sarà, però, difficile avere indicazioni chiare. Prima di tutto, dipenderà da come andranno i raccolti prima in Italia e poi anche in America”, spiega Fabio Del Bravo, direttore dei servizi per lo sviluppo rurale di Ismea, a Il Sole 24 Ore. “I dati Ismea della prima settimana di luglio fotografavano il grano tenero a 478 euro la tonnellata, quello duro a 347 euro e il mais a 376 euro. Ma rispetto a luglio di un anno fa, sono prezzi più alti del 40-50%. E rispetto a due anni fa sono praticamente il doppio”. I prezzi delle materie prime alimentari sui mercati telematici, intanto, hanno già ricominciato a salire: il frumento ha guadagnato il 2%, e un simile rialzo è stato registrato anche dal mais.

 

Torna in cima