Assocaseari, il punto settimanale sul mercato: prezzi del latte stabili. In calo la crema

Cremona – Emanuela Denti e Lorenzo Petrilli di Assocaseari fanno il punto sulle dinamiche del mercato lattiero caseario della scorsa settimana, caratterizzata dal notevole calo dei prezzi della crema e l’aumento di quelli del burro. Prezzi del latte crudo stabili. Si conferma il calo per il latte in polvere, mentre il siero risulta stabile. In Italia, in calo le quotazioni del grana padano a Milano, Cremona, Mantova e Brescia, e quelle del parmigiano reggiano a Reggio Emilia. Di seguito il commento integrale:

– Sarà l’effetto di Pasqua e il venerdì di festa in tutta Europa ma i prezzi della crema sono notevolmente diminuiti, con offerte oggi addirittura inferiori ai 2,10 euro/Kg,  che però è difficile confermare, soprattutto per quanto riguarda la crema tedesca. Viste queste quotazioni, molta merce è stata comprata per burrificazione. Solo la crema nazionale viene trattata a prezzi superiori al bollettino. Latte crudo stabile a 0,35 euro/lt e latte scremato che oscilla tra 0,11 e 0,14 euro/lt.

– Il burro ha raggiunto su tutti i bollettini la media di 4,40 euro/Kg, con Kempten dove il minimo è aumentato di 0,05 euro, oggi a 4,35 euro/Kg, e massimo invariato a 4,40 euro/Kg. Olanda aumentata di 0,04 euro, oggi a 4,42 euro/Kg, che è la quotazione più alta in Europa. Francia aumentata di 0,10 euro, si porta a 4,40 euro/Kg. Per burro tedesco e polacco ci sono offerte tra i 4,30 e i 4,35 euro/Kg franco partenza, però vi è anche qualche sporadica offerta di burro baltico a 4,25 euro/Kg consegnata.

– Il latte in polvere è, per la seconda settimana consecutiva, a prezzi compresi tra 1.630 e 1.670 euro/tons in Germania per uso zootecnico. Quotazioni tedesche, invece, in leggero ribasso per l’uso alimentare. In Francia e Olanda prezzi stabili con addirittura un piccolo aumento per l’uso alimentare sul bollettino olandese. La prossima asta per la merce all’intervento sarà martedì 18 aprile.

– Quotazioni del siero in polvere sul mercato tedesco stabili per l’uso zootecnico e in aumento per l’uso alimentare. Sul mercato olandese e francese invece quotazioni invariate.

– In Europa, quotazioni medie dei formaggi stabili per il gouda, a 3,16 euro/Kg e il cheddar, a 3,26 euro/Kg; sono calati invece i prezzi dell’edamer a 3,11 euro/Kg e aumentati quelli dell’Emmentaler, a 4,00 euro/Kg.  In Italia, in calo le quotazioni del Grana Padano a Milano, Cremona, Mantova e Brescia, e quelle del Parmigiano Reggiano a Reggio Emilia.


ARTICOLI CORRELATI