Assocaseari, il punto settimanale sul mercato: stabili i bollettini del burro. In calo il siero in polvere

Cremona – Assocaseari fotografa gli andamenti del mercato lattiero caseario della scorsa settimana. L’analisi mostra un quadro un po’ debole, con sostanzialte stabilità dei bolelttini del burro, in Europa. Latte crudo in lieve calo, a 0,46 euro al chilogrammo. In ribasso su tutti i mercati il siero in polvere.  Pressoché stabili, in Italia, le quotazioni dei formaggi. Di seguito il commento integrale:

– Per quanto riguarda crema e latte crudo, mercato un po’ più debole ma i prezzi restano, nel primo caso a 3,25-3,27 euro/Kg e nel secondo a 0,46 euro/Kg, probabilmente anche abbastanza trattabile; lo scremato invece è offerto a 0,16 euro/Kg.

– Bollettini del burro abbastanza stabili con la Germania invariata, che resta 6,85-7,00 euro/Kg; l’Olanda, aumentata di 0,01 euro, arriva a 6,98 euro/Kg e la Francia, che invece aumenta di ben 0,10 euro, si porta a 6,90 euro/Kg. Se però, Francia a parte, i bollettini sono stabili, il mercato è alquanto incerto e oggi si può parlare di tre mercati: produttori olandesi o tedeschi che sotto i 6,90-7,00 euro/Kg partenza non offrono, commercianti e trader polacchi che parlano di 6,60-6,70 euro/Kg reso nord-Italia, ma anche trader olandesi e tedeschi che invece offrono a 6,30 euro/Kg reso Italia. Questi ultimi o hanno posizioni o stanno cercano di creare confusione sul mercato; in ogni caso, le offerte a questi prezzi ci sono da più fonti. Vi sono commercianti che, sull’intero 2018, sono pronti anche a scommettere su prezzi interessanti. A voler giocare ci sarebbe di che divertirsi.

– Latte scremato in polvere in calo in Germania e stabile in Francia e Olanda. Anche questa settimana, vendute circa 2.900 tons all’intervento, soprattutto da Francia e Germania. Con l’intervento che chiude la settimana prossima, le aspettative sono piuttosto nere. Inoltre, fino a fine febbraio non ci sarà più il prezzo di intervento a garantire la quotazione minima e si rischia così di scendere ben al di sotto. L’intervento potrà riaprire il 1° aprile 2018, con merce che potrà essere prodotta 30 giorni prima. Nessuna novità per quanto riguarda le vendite di merce già da tempo giacente all’ammasso pubblico.

– I bollettini del siero in polvere anche questa settimana in ribasso in tutti i mercati.

– Quotazioni medie europee dei bollettini dei formaggi stabili per il cheddar a 3,48 euro/Kg ma in aumento per il gouda a 3,42 euro/Kg, l’emmentaler, a 4,23 euro/Kg e l’edamer a 3,51 euro/Kg. In Italia, quotazioni dei formaggi stabili in tutte le principali Borse Merci, tranne quella del pecorino romano che, a Milano, è aumentata di 0,10 centesimi.

 

asso