Diretta Coronavirus/Surgital si unisce all’appello della ristorazione per evitare il collasso del comparto

Lavezzola (Ra) – Surgital, azienda di riferimento per la pasta fresca surgelata, sostiene l’appello corale condiviso da Fic (Federazione Italiana Cuochi) e Apci (Associazione professionale cuochi italiani) che, insieme ad altre associazioni di categoria, chiedono al Governo l’adozione di sette misure straordinarie a sostegno del settore. Nello specifico, per evitare il collasso, il comparto chiede: sospensione di leasing e mutui, cancellazione delle imposte, credito per utenze relative alle attività commerciali, accesso al credito senza interessi, proroga della cassa integrazione straordinaria, reintroduzione dei voucher. Surgital ha accolto anche l’invito a sostegno della petizione “Cibo, vino, ospitalità: cultura e valori d’Italia. Salviamoli insieme!” lanciata da Apci assieme all’Associazione Cibodimezzo (Bs) e a RI.UN. Ristoratori Uniti sulla piattaforma Change.org e indirizzata alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. L’azienda si unisce nel sostenere i punti chiave della petizione, che riguardano sia azioni da attuare nell’immediato – come il blocco della tassazione, degli oneri previdenziali per tutto il 2020 e il ricorso al credito agevolato – sia guardando alla ripartenza del comparto, in un’ottica di medio-lungo periodo, tra cui la riduzione del 35% della contribuzione previdenziale sul lavoro subordinato, la detassazione di straordinari e benefit e l’istituzione di un unico sito nazionale per la pubblicazione di bandi e concessioni di beni dello Stato.


ARTICOLI CORRELATI