Esselunga: la storica segretaria di Caprotti lascia il gruppo

Pioltello (Mi) – Germana Chiodi, storica segretaria di Bernardo Caprotti, lascia Esselunga. Dal 31 luglio non ha più alcun incarico all’interno del gruppo. Lo ha comunicato lei stessa con una breve lettera, in cui precisa di aver lasciato l’incarico di consulente, iniziato nel 2008. Proprio in quell’anno era andata in pensione come dirigente e aveva continuato a collaborare assiduamente con i vertici dell’insegna. Nel suo testamento, il fondatore della catena Bernardo Caprotti aveva scritto: “Germana custodisce il ricchissimo archivio che narra anche le molte dolorose vicende di famiglia oltre che aziendali. A lei voglio esprimere la mia gratitudine per lo straordinario aiuto”. E le aveva anche lasciato 75 milioni di euro, ossia la metà dei suoi risparmi personali. Germana Chiodi, 69 anni, ha formalmente lasciato “per motivi personali”. Probabilmente, alla base della sua decisione c’è la scelta di voltare pagina, anche alla luce dei nuovi equilibri interni al gruppo seguiti alla scomparsa di Bernardo Caprotti. I figli di primo e secondo letto, infatti, hanno siglato un’intesa che dovrebbe portare alla quotazione in Borsa entro due anni. E in primavera Marina Caprotti è stata nominata vice-presidente e Giuliana Albera, seconda moglie del fondatore, presidente onorario.