Santa Margherita Gruppo Vinicolo acquisisce il controllo di Cà Maiol

Fossalta di Portogruaro (Ve) – Santa Margherita Gruppo Vinicolo ha acquisito la maggioranza di Cà Maiol, storico produttore di Lugana Doc, fa sapere l’azienda in un comunicato. Avviata nel 1967 con un impianto iniziale di 12 ettari, oggi la cantina lombarda porta in dote un vigneto di 140 ettari di superficie e una produzione annua di oltre 1,5 milioni di bottiglie per un fatturato atteso, nel 2017, di circa 10 milioni di euro. “Il Lugana è una denominazione che ha saputo conquistarsi uno spazio importante fra i vini bianchi italiani”, sottolinea Gaetano Marzotto, presidente di Santa Margherita Gruppo Vinicolo. “Cà Maiol e Fabio Contato sono stati protagonisti indiscussi di questo successo che deve proseguire, ampliando ancora di più il numero dei mercati raggiunti e consolidando i risultati conseguiti”. Soddisfazione è stata espressa anche da Fabio Contato, l’imprenditore che ha guidato la cantina di Desenzano del Garda nella fase di espansione degli ultimi anni e che rimarrà nella società come presidente del nuovo Consiglio d’Amministrazione: “Oggi Cà Maiol e il Lugana Doc sono realtà conosciute, apprezzate e richieste ovunque nel mondo, grazie a un forte impegno per una qualità senza compromessi. Dobbiamo però guardare al futuro, allo scenario competitivo del mondo del vino, dove un numero sempre maggiore di player internazionali rende complesso il cammino di ogni realtà, tutto sommato, piccola. Ho trovato nella famiglia Marzotto, e in Santa Margherita Gruppo Vinicolo, i partner ideali per proseguire nel nostro processo di sviluppo”.