Assocaseari, il punto settimanale sul mercato: è ripartita la domanda di latte e panna, ma la disponibilità è scarsa

2022-09-05T12:10:22+01:005 Settembre 2022 - 12:10|Categorie: Formaggi, in evidenza|Tag: , , , , , , , |

Cremona – L’analisi degli andamenti della scorsa settimana, a cura di Assocaseari, rivela che, anche sul mercato lattiero caseario, si vedono i segnali della fine dell’estate. E’ ripartita la domanda di latte e panna, e con essa anche i prezzi. Ma la disponibilità resta ancora scarsa. Restano molte le incertezze da fronteggiare nei prossimi mesi: dall’aumento generale dei costi, oltre che del latte e la sua disponibilità a livello europeo, agli incrementi sull’energia, alle conseguenze che i rincari avranno sui consumi (anche alimentari), così come il rischio di ulteriori riduzioni nelle produzioni con le conseguenti ripercussioni sui costi fissi. Di seguito il commento integrale, firmato da Emanuela Denti:

– Sul mercato europeo, poco latte disponibile ma con molta domanda. Il crudo tedesco è stato trattato a 0,60-0,61 €/kg e lo scremato a 0,30 €/kg partenza. Sul mercato nazionale, latte crudo venduto a 0,67 €/kg partenza e scremato a 0,36-0,365 €/kg partenza, domanda buona; raccolta stabile e titoli discreti.

– Sul mercato Ue, crema di latte tedesca scambiata a 3,56-3,58 €/kg franco arrivo, domanda in aumento e pochissima disponibilità. Continuano le problematiche nei trasporti. Sul mercato italiano, panna nazionale di qualità trattata a bollettino e in qualche caso a bollettino+, fino a toccare in qualche caso i 3,52 €/kg partenza; domanda buona e scarsa disponibilità a causa dell’elevata vendita di latte intero.

– Anche i bollettini ufficiali del burro in Ue riprendono a salire. A Kempten il minimo aumenta di € 0,05 e va a 6,95 €/kg e il massimo di € 0,07, oggi 7,05 €/kg, media tedesca 7,00 €/kg. L’Olanda sale di € 0,02 andando a 7,15 €/kg, mentre la Francia, comunque ben più alta degli altri due Paesi, resta invariata a 7,74 €/kg. La media a tre della scorsa settimana è 7,297 €/kg e quella a due 7,075 €/kg. Il burro di centrifuga a Milano aumenta di € 0,05 e oggi quota 6,95 €/kg.

– La scorsa settimana, i bollettini del latte in polvere scremato salgono in Germania e, per lo zootecnico, in Olanda, restano invariati invece l’uso alimentare in Francia e Olanda. L’intero resta invariato in Germania e Francia, mentre cala in Olanda.

– Le quotazioni del siero aumentano in Germania e Olanda, calano in Francia.

– Quotazioni nazionali dei formaggi in leggero aumento per Grana Padano a Mantova, Asiago a Milano, Provolone Valpadana a Cremona (dove sale anche il generico) e Verona e Monte Veronese a Verona. Mercato europeo ancora tranquillo, tra valutazioni sull’aumento dei costi e la contrazione dei consumi.

NB: I prezzi pubblicati devono essere considerati solo indicativi di una tendenza di mercato, in quanto miscellanea non solo di prezzi effettivi di vendita, ma anche di prezzi di offerte e/o richieste rilevate sul mercato. 

Torna in cima