Assocaseari, il punto settimanale sul mercato: burro in ribasso su tutti i bollettini ufficiali

Cremona – Assocaseari analizza gli andamenti di mercato della scorsa settimana, caratterizzata dai continui ribassi del prezzo del burro sui bollettini ufficiali, in primis in Francia, dove il prezzo è sceso di 0,55 euro. Prezzi del latte compresi fra 0,41-0,43 centesimi per quello italiano e tra 0,43-0,44 per quello estero. Continua l’aumento delle quotazioni del Parmigiano Reggiano e del Grana Padano sui principali bollettini del Nord Italia. Di seguito il commento integrale, firmato da Emanuela Denti e Lorenzo Petrilli:
– Tutto sommato una settimana senza grosse sorprese. Crema tedesca offerta tra 2,36 e 2,40 euro/Kg. Molta offerta di crema dell’Est-Europa e spagnola a prezzi decisamente più bassi, 2,30 euro/Kg. La crema nazionale di qualità viene invece trattata sopra al bollettino con in alcuni caso prezzi che raggiungono i 2,55 euro/kg. Latte tedesco, invariato, offerto a 0,43-0,44 euro/Kg reso Nord-Italia, latte nazionale, leggermente in aumento, venduto tra 0,41-0,43 euro/Kg partenza.
– Continui ribassi delle quotazioni ufficiali del burro, con il bollettino di Kempten diminuito di 0,05 euro sul minimo e di 0,10 euro sul massimo, raggiungendo quindi rispettivamente 4,95 e 5,20 euro/Kg. L’Olanda, ribassata di 0,10 euro/Kg, si porta a 5,00 euro/Kg. La sorpresa grossa della settimana è il bollettino francese che incredibilmente ribassa di 0,55 euro e si porta a 5,10 euro/Kg. Sul libero mercato, non c’è una grossa spinta al ribasso per burro di crema. Vi è sempre più offerta per burro di siero con un differenziale mai avuto così elevato dal burro di crema. 
– I bollettini del latte in polvere in Germania restano invariati per l’uso alimentare e in ribasso per l’uso zootecnico. In Olanda in ribasso entrambe le voci. Quello francese invariato. Offerte di mercato molto variabili a seconda del tipo di prodotto e del periodo di consegna, con oscillazioni anche di 200 euro/tons. La prima asta di ottobre tenutasi martedì 2 ha visto aggiudicate solo 2.499 tons allo stesso prezzo dell’asta precedente. La prossima aggiudicazione, cioè la seconda del mese di ottobre, sarà martedì 16.
– I bollettini del siero in polvere: invariato in Francia, in ribasso in Olanda, e in Germania in ribasso quello per l’uso zootecnico e invariato quello per l’alimentare.
– Quotazioni medie dei bollettini europei dei formaggi in aumento per l’Edamer a 3,19 euro/kg e il Gouda a 3,20 euro/Kg, e stabile il Cheddar a 3,38 euro/Kg e l’Emmentaler a 4,24 euro/Kg. In Italia, continua l’aumento delle quotazioni del Parmigiano Reggiano e del Grana Padano nei principali bollettini del Nord Italia. In aumento anche le quotazioni di alcuni formaggi molli e Milano e a Brescia.

ARTICOLI CORRELATI